“Da A ad A” il nuovo album di Morgan

23 Lug

L’ultimo album di Morgan pensavo fosse una delusione. Lo è se tento di comparare questa sua ultima produzione a quella fatta con i Bluvertigo, in questo caso sbaglierei riferimenti: potrei dire, per esempio, che sta percorrendo una ripida “curva discendente” oppure, lasciandomi guidare dal mio Io, da Fan dei Bluvertigo scriverei cose del tipo Asia Argento è come è stata Yoko Ono per i Beatles.

L’album, intitolato “Da A ad A. Teoria delle Catastrofi” è paragonabile a una lettera, una comunicazione che Marco Castoldi fa’ad Asia e si potrebbe riassumere grossomodo così:

Asia io ti amo ma tu non mi rispetti, mi escludi dal tuo amore. Ami solo te stessa ed io ci soffro, io tengo a te e a nostra figlia. Torna in te!

La mia è solo una sintesi, sicuramente parziale ma credo sia abbastanza fedele,

Musicalmente è un album ricco di sonorità nuove per Morgan, tutte più o meno tormentate; molto orchestrali, alcune con tanto di trombe e viole; alcune simili a ballate da caffè chantal parigini oppure un vero e proprio tango (Quale migliore scelta per raccontare un amore tormentato?) . In definitiva suona molto ’60 ma con sprazzi elettronici e classici, simil-wagneriani o chopiniani (perdonate i neologismi impietosi).

Come dicevamo l’album è una sorta di messaggio in bottiglia. Una bottiglia che galleggia in in una marea di sentimenti ed emozioni contrastanti ma costanti, come può essere immginato l’amore tra due persone follemente innamorate.

Morgan si rivera per quello che è: un amante, un uomo innamorato abbandonato a se’ stesso. Escluso da una relazione “ultracontinentale”, attanagliato da demoni notturni che rodono per via di una donna che lo abbandona in favore della propria vanità, si appende a telefoni in attesa di chiamate inesistenti ma anche padre orgoglioso di sua figlia, un uomo che ragiona sulle proprie verità, molto spesso complesse e difficili da affrontare ed allora trasforma la sua sofferenza in ragione d’esistenza, una vera medicina con la quale vivere (o sopravvivere) in questa situazione di stasi fisico-emozionale. He is “not like everibody else” e questo si capisce, pare essere timido. Sopravvive sopportando un Amore Assurdo, andando contro se’ stesso.

L’album è incompleto: contiene meno brani di quelli effettivamente prodotti che pare convergeranno in una Reunion dei Bluvertigo; non sarebbe male.


Tracce

  1. Amore assurdo – 4:01
  2. Da A ad A – 5:01
  3. Animali familiari – 4:00
  4. Tra 5 minuti – 2:55
  5. Demoni nella notte – 4:36
  6. Una storia d’amore e di vanità – 6:38
  7. La verità – 4:51
  8. U-Blue – 5:17
  9. La cosa – 6:08
  10. Liebestod – 6:45
  11. Contro me stesso – 10:19
Annunci

7 Risposte to ““Da A ad A” il nuovo album di Morgan”

  1. babaluba 9 agosto 2007 a 16:55 #

    Non so, sono abbastanza scettico nei confronti dei lavori di Morgan, ad iniziare dalla rilettura di De Andrè.
    Di quest’ultimo mi perplime appunto la volontà di analizzare all’ossessione una storia privata con la pretesa dell’arte. nell’atteggiamento mi ricorda il lagnoso Venditti quando, non dichiarandolo, non faceva altro che rivolgersi continuamente alla sua ex, canzone su canzone.
    Mah.

  2. Johnny B Goode 14 novembre 2007 a 16:15 #

    Beh, è stato mollato cacchio… potrà pure sfogarsi in qualche modo! 😛

  3. Elle 8 settembre 2008 a 17:11 #

    Una canzone d’amore bella,viscerale e potente come “Amore Assurdo” la si può definire opera d’arte ed un album come da A ad A il lavoro di un uomo che nonostante il pudore si spoglia e mostra la sua vulnerabilità.Morgan è vischioso,profondo,tetro,lento,avvolgente,umoroso,una tempesta ancora mugghiante,una superficie sconvolta da enormi crepe,un cuore caldo e vibrante strappato alla sua sede esposto in piazza .Ci vogliono un gran coraggio e un gran talento!Le sonorità sono perfettamente accoppiate alla sua voce molto onesta ed alle parole.L’album si fa ascoltare dalle orecchie giuste per dirla alla Morgan

  4. experiment101 9 settembre 2008 a 15:46 #

    Bella la tua descrizione MATERICA.
    Ah AH!

  5. BluBetta 1 marzo 2009 a 21:53 #

    Amo questo disco, mi piace il modo in cui Morgan si rivolge ad Asia, mi piace il fatto che ogni canzone, ogni argomento finisca col parlare di lei.
    Le sonorità sono, come diceva, tutte abbastanza nuove rispetto agli album precedenti ma trovo che gli arrangiamenti siano, non solo ben fatti quanto sorprendenti.
    Riguardo al confronto con il precedente disco fatto con i Bluvertigo, credo che la qualità dei testi sia evidente in entrambi i lavori, con la differenza, forse, di una più complessa elaborazione che implica uno sguardo più attento e che sappia comprendere a pieno il significato di ogni parola.
    La mia attenzione per questa recenzione è stata attirata da questo paragone “Un messaggio in bottiglia per Asia”, quando l’ho letto ho ripensato alle canzoni, le ho riascoltate, mio Dio, è tremendamente vero! Ogni nota, ogni accordo, ogni parola, tutto parla di lei, della loro storia, della figlia, ogni frase racchiude una piccola parte di Asia, un album tormentato e romantico che non smetterei mai di ascoltare.

  6. Sigaretta Elettronica Ego T 1 giugno 2013 a 21:26 #

    Helpful information. Lucky me I discovered your site by accident,
    and I’m surprised why this twist of fate did not came about earlier! I bookmarked it.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Asia-Yoko Argento-Ono destroyed Bluvertigo? « Halftone - 25 luglio 2007

    […] “Da A ad A” il nuovo album di Morgan […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: