Pressione

20 Apr

Voleva buttarsi nel vuoto. Era seduto li. Davanti al suo computer. Il suono di una ventola: pareva di stare in un aereo.

/Dove sono le cuffie?/

Era inutile. Si sentiva inutile. Agiva in maniera inutile. Peggio: Futile.

/Oh, eccola!/

Avrebbe potuto muoversi, alzarsi e gridare. Preferiva stordirsi. Immagini sul monitor. Preferiva i suoi rituali. Scintillanti come motociclette cromate. Silenziose come lucciole estive.

/Finalmente…/

Era chiuso in un uovo che ne nascondeva le spine. Razionalità silente ma non per questo assente. Un algido ricercare tra le teste della gente: si aggirava freddo e distaccato per le vie dei suoi ricordi. Li, seduto davanti a quella macchina.

/Ti ho cercato da sempre!/

Ammetteva l’errore ma non si muoveva per eviare crisi d’aria. Strappi nei tessuti.

/Che sciocco sono stato a comportarmi da idiota/

Due colpetti sulla giugulare, ripulita la zona. Avvitata la bomboletta. Era pronto.

/Miserabile, Io?/

Mano ferma, applicata. Una lieve pressione sullo stantuffo e via! Pressione nel pistone. Attraversava il setto poroso in cerca dell’epidermide. Osmosi. Citolisi.

Egli era disgragato e ricongiunto.

/E’ stato un’attimo./

Eccolo: fermo ed attonito. Un’attimo prima era li ed ora non c’era più. Il suo spirito volava. Chi sa’ dove.

/Chissà dove?/

E fu’ così che scomparve. Nessuno lo rivide più da quel giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: