The lion’s rumble.

20 Apr

Come volevasi dimostrare. Ennesima battuta di arresto. Ennesimo collo di bottiglia rispetto a creatività, voglia di costruire, priorità e scadenze.

“Ehi tipo! Che ti succede?”.

– Un cazzo! Assolutamente un cazzo! <risposi>

Avevo solo voglia di spaccare l’avambraccio destro a quel venditore di fumo. Si, fumo e niente arrosto. Due ore ad osservare <QUESTA>. Lampeggii, blink blink. Di voler funzionare non ne vuol proprio sapere. Preso dal nervoso esco. Rientro. Esco e rientro ancora. Contatto il centro assistenza. Numero a tariffazione speciale. Cominciamo bene! Dall’altra parte suoni da centralino disabilitato. <Bip, pausa, Bop, pausa, Bip, pausa, Bop per interminabili minuti>. Scaravento il telefono. M’incazzo. cristo santo se sono incazzato. (8R,9S,10R,13S,14S,17S)-17-idrossi-10, 13-dimetil-1,2,6,7,8,9,11,12,14,15,16, 17-dodecaidrociclopenta[a]fenantren-3-one, livelli rischiosi, in gocce dai miei padiglioni uditivi. Faccio due telefonate. Una finisce male. Vengo a sapere che ci son problemi di alimentazione. Forse un hub risolverebbe la questione. Forse no. Credo proprio di no. Facciamo una prova: “plug and play”. Sarebbe meglio dire “plug and pray” oppure: “plug and die”. Meglio: “Plug and run, if you don’t i’ll fuck you in the brain!”. Niente. Lampeggio ebete. Manco fossero delle luci di posizione. I quattro lampeggianti. Ok. “Rilassati”. Life is easy. Mi fumo una sigaretta.Mi bevo un succo di arancia. Provo a interrogare le porte del computer. prima si vede. Poi scompare. a intermittenza tre o quattro volte. Nulla più.

“Mi hai preso in giro a sufficienza miserabile pezzo di hardware fabbricato in Cina”

Soddisfatti o rimborsati? La questione di base. Nulla di più nulla di meno. Se rivedessi ora quella faccia idiota che mi ha propinato sta sòla. So io come lo combinerei. Altro che riflessioni solipsistiche al lume di candela. Materialmente parlando avrei giusto giusto una urgentissima grande opera alle spese dei contribuenti tutta per lui. Solo per lui. Recupero scontrini. Riimpacchetto tutto e accarezzo le mie fide cuffie Technics sempre pronte per le grandi occasioni. Mi siedo. Scrivo.

Domani sarà una giornata mooooolto lunga.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: