Archivio | musica RSS feed for this section

Pop Porno – Il Genio

23 Set

Tu sei cattivo con me
perché ti svegli alle tre
per guardare quei film
un po’ porno

Tu sei cattivo con me
perché mi guardi come se
io fossi un’attrice
porno

Porno Pop Porno Pop Porno
Pop Porno Porno Porno

Tu sei cattivo con me
perché ti piace sognare
quei tipi di donna
un po’ porno

Tu sei cattivo con me
perché mi lasci da sola
e ti guardi quei film
un po’ porno

Porno Pop Porno Pop Porno
Pop Porno Porno Porno

 

Ma quando viene sera
tu mi parli d’amore
e guardandomi negli occhi
mi fai sentire davvero
una donna un po’ porno

ElectroPop in salsa retrò. Equilibri elastici e richiami chançonier. Mica male. Mi mancavano. Appiccicaticcio semplice, divertente, ironico e malizioso al punto giusto. Il Genio. Ecco la scheda su Rockit.

Periodi…

6 Set

…di cacca.

Postare audio mp3 su WordPress.com

3 Set

La fida anima seria, dimostrando in un impeto dadaista che anche gli zingari possono esser silenti, è ora divenuta una ZingaraDispersa®. Ma Questo non c’entra con quello che sto per comunicare. Anzi c’entra. C’entra eccome visto che la sopraccitata ZD® mi scassava i santissimi visto che il servizio al quale lei tanto s’era affezionata non le permetteva di fare più un tubazzo… Stiamo parlando, infatti, di Odeo. Odeo permetteva di caricare dei file audio in formato mp3 per poi poterli appiccicare tranquillamente a una pagina web attraverso una semplice operazione di copia e incolla. prendevi il tuo file mp3, lo caricavi su Odeo, aspettavi, aspettavi, aspettavi e alla fine avevi un bel playerino da mettere sul tuo blog facendo copiando l’apposito codice HTML.

Gli utenti (come me) di WordPress.com, invece dovevano copiare l’ID del player di Odeo e inserire una stringa del genere (shortcode):

Ora, siccome odeo sta rinnovandosi nell’interfaccia e nelle funzionalità, i vecchi playerini non funzionano più o hanno grossi pproblemi a farlo.

Bene, per tutti gli utenti (di wordpress.com) che volessero mettere un file audio nel loro post ho trovato spulciando il forum inglese una soluzione che dovrebbe accontentarli tutti:basterà inserire una semplice stringa di, sempre tra parentesi quadre che contenga la parola audio e dopo uno spazio l’url dove avete salvato il file. Un esempio lo trovate sotto l’immagine alla fine del post.

Bene, in questa maniera dovreste essere riusciti a postare il player di default di wordpress.com; potrete inserire podcast e sottofondi musicali per i vostri post oppure le vostre composizioni personali di gorgheggi mattutini in formato .mp3 .

Per quel che riguarda gli utenti NON WordPress.com non saprei che altro dire. Odeo era un servizio promettente ma ultimamente (da un paio di mesi a questa parte) sta avendo grossi problemi alla sua interfaccia. Il team di Odeo continua a temporeggiare ma per adesso non è ancora possibile fare l’upload dei propri mp3.

Un’alternativa interessante potrebbe essere Podomatic, Soundlantern (ancora in stato embrionale) e se ne trovate altri validi fatemelo sapere..

http://x818.blogspot.com/2007_04_01_archive.html

$32.50 (from Nevver)

“Prince of love” – Brian Ferry (Gentilmente elargiti da Nevver)

Irrational-Rationalistic point of view\6

14 Giu

“[…]…[…]”Una delle tante frasi ad effetto che pronunciavi agitando una Fender, strimpellando “Modern Way” dei Kaiser Chiefs.
Il tuo scopo è sempre stato quello di rompere. Rompere gli schemi, Rompere i legami, Rompere le finestre, Rompere piatti e bicchieri, Rompere le file fuori dai locali, rompere le scatole ai centri assistenza, rompere cavi, rompere le ossa di pollo e campionare il rumore, ir-rompere nella notte fonda urlando che bisognava andare, prendere e partire. Alla fine sei pure partita. Ora però non rompi più. Ti sei appiattita, sei sparita. Ora la tua rabbia si è spostata, imperversa per le vie della City che tanto adoravi. Ora non la sopporti, forse me lo aspettavo? In fondo alla fine adattandosi a nuovi ambienti si sviluppano nuove insofferenze. Certo, tornare indietro non se ne parla: non accetteresti di dichiararti sconfitta. Il tuo mondo è fatto da visioni e percezioni volutamente alterate e basterebbe la luce giusta in un vicolo sudicio di notte per renderlo un piccolo angolo di paradiso. Ma tu dove sei? La tua vera personalità, quella piena di problemi e complessi dove sta? E’ nascosta dentro una confezione di Omsa.. che non metterai mai perché è troppo borghese, per te, il collant. Se tu potessi ogni tanto apriresti volentieri la famosa cabina armadio dove tieni il tuo alter-ego che tanto ti fa’ incazzare. La tua altra te. Quella che è pulitina, quella che guai a fare tardi agli appuntamenti, quella che non si ride ne si schiamazza a caso. Quella è la parte troppo educata di te. Meglio reinventare se’ stessi, scrivendo sui cessi, una vita che alla fine ti porterà a un nuovo equilibrio. Paradossalmente il vestito che ti sei cucita e che hai disfatto mille volte non è la brutta copia di te, è semplicemente un’altra personalità. E ne sei totalmente conscia, l’autoconvincimento su di te ha effetti miracolosi e nonostante la tua altra Te sia tendenzialmente insicura e maniaca del controllo tu ne sei l’antitesi. E non sei troppo instabile sul tuo nuovo paio di tacchi. Anzi! Come una funambola ti destreggi tra la realtà e la fantasia. In fondo il trucco è sempre lo stesso: sopperire alle proprie carenze, alle proprie insicurezze con vivaci pennellate di fantasia e di immaginazione. Se fosse possibile anche nella realtà replicheresti le tue varie personalità che hai elaborato nel tempo per poi ucciderle una ad una. Ma guai a dire che sei l’esempio vivente della logica Pop.

Baudelaire

11 Feb

 

 

Fiori del Male

Continua a leggere

je veux te voir

9 Feb

YELLE – “Je veux te voir”

Cuizinier avec ton petit sexe entoure de poils roux
Je narrive pas a croire que tu puisses croire quon veuille de toi
Je ny crois pas meme dans le noir, meme si tu gardes ton pyjama
Meme si tu gardes ton peignoir, en forme de tee-shirt ringard
Garde ta chemise ca limitera les degats batard

Je veux te voir
Dans un film pornographique
En action avec ta bite
Forme patatoes ou bien frites
Pour tout savoir
Sur ton anatomie
Sur ton cousin Teki
Et vos accessoires fetiches

Cuizi cest quoi
Ta position favorite
Tes performances olympiques
Mais tu nas rien dorgasmique
Tu es tout nu
Sous ton tablier
Pret a degainer
Mais je tavoue rien ny fait

Tu reves dun Hummer fluo
Dessine par Akroe
Mais tu nas pas le permis
Tu prends toujours le métro

Superstar dun soir ta vie redevient normale apres
Pas besoin de lunettes noires pour te cacher personne te reconnait
Ta carte verte tattend mec
Cest pas des paroles en lair
Jai reussi à ten faire
Une avec mon scanner
Lentree est gratuite ce soir
Cest le seul moyen pour quon vienne
Alors les filles on se promene
Ouais on va aux chippendales
On navait pas prevu de passer la soiree avec des rigolos
On voulait voir des pectoraux, des mecs montes comme des taureaux

Tes posters de LilJon recouvrent ceux de Magic Jonhson
Ton corps est trop crunk pour assurer les dunks

Cuiziner cest toi que je veux voir
Que je veux voir ce soir
Te faire ridiculiser par une fille qui rappe mieux que toi
Jai pas assez de mes 10 doigts pour les compter dans la salle
Toutes ces filles coiffees comme moi qui savent ce que tu vaux a poil

(Merci à Laura pour cettes paroles)

Synth under my finger(s)

24 Gen

Il mio prossimo acquisto sarà un Korg Kaossilator. Dovrò aspettare fino a Marzo perché è andato a ruba.

Finalmente ho trovato una “sound-machine” poco costosa! YEAH! 🙂