Archivio | Nodebox RSS feed for this section

Esperimenti Visivi/3 – Formica Formica…

14 Feb


La cicala che imprudente tutta estate al sol cantò, provveduta di niente nell’inverno si trovò, senza più un granello e senza una mosca in la credenza.

Affamata e piagnucolosa va a cercar della Formica e le chiede qualche cosa, qualche cosa in cortesia, per poter fino alla prossima primavera tirar via: promettendo per l’agosto, in coscienza l’animale, interessi e capitale.

La Formica che ha il difetto di prestar malvolentieri, le dimanda chiaro e netto: “Che hai fatto fino a ieri?” “Cara amica a dire il giusto non ho fatto che cantare tutto il tempo. “Brava ho gusto; balla adesso, se ti pare.”

La cicala e la formica in versi
di Jeane de La Fontaine

Qualcuno rimarrà scnvolto dal fatto che abbia deciso di allevare formiche, trenta formiche per la precisione: No, non sono pazzo.
Ho deciso di allevare formiche a scopo di studio: ricreare un formicaio e capire come le formiche trovano ed accumulano il cibo. Cavoli… immagino di aver rovinato già l’atmosfera creata dai versi di de La Fontaine presi dal racconto di Esopo… ma chissenefrega!

Le nostre formiche sono esseri virtuali dell’ingombro di qualche kb al massimo.
Ho deciso di creare questo modello partendo da quello proposto dalla comunità di NodeBox utilizzando la libreria Ants.
Nel modello la formichina ha quattro semplici comportamenti:

  • Vagare alla ricerca di cibo
  • Seguire la traccia di feromone lasciata per ritrovare il cibo
  • Raccolgliere il cibo
  • Accumulare cibo nel formicaio
Per semplicità il formicaio, il cibo, le formiche e le tracce di fermoni sono state semplificate a forme geometriche.

Per scaricare il file cliccate sull’immagine a destra, è in formato .mov (716kb) e quindi per vederla dovete scaricarvi Quicktime.

In fondo nonostante sia una simulazione virtuale di un esserino minuscolo ci si accorge di quanto sia simile come comportamento all’uomo, in continua ricerca di risorse.
Qualche differenza, ovviamente, c’è; purtroppo non siamo capaci di accumulare così tanto come le formiche, siamo troppo poco ecocompatibili e il nostro sviluppo non si autosostiene… in poche parole consumiamo più di quel che produciamo, non siamo capaci di evolverci seguendo i ritmi della natura. In questo le formiche son più sagge di noi.

Esperimenti Visivi/2 – Casuale ma organizzato

5 Feb
Siamo partiti con una composizione abbastanza complessa, ma se volessimo fare qualcosa di più semplice? Vogliamo tanti cerchi, tanti cerchi a caso ed una scritta (questa non casuale). Questa volta l’immagine deve essere ferma.

(Cliccate sull’immagine per vedere, 1640×620 pixel, 422.1 KB)

L’immagine ha una risoluzione di 150dpi (molto comoda in editoria) ma il programma eseguibile ha una risoluzione di 75dpi (risoluzione dei monitor normali); durante l’esportazione da Pdf a Jpeg le dimensioni dell’originale sono raddoppiate, da 820×310 a 1640×620 pixel. Per scaricare il file Pdf originale cliccate pure qui (68KB).
Ed ecco il codice:

size(820,310)
colormode(CMYK)
fill(0,0,0,0)
rect(0,0,WIDTH,HEIGHT)
nofill()

for i in range(800):
stroke(random(),0,0,0,1)
s = random(10)
strokewidth(random(100))
oval(random(-100,(WIDTH)), random(HEIGHT), s, s)

for i in range(20):
stroke(0,0,0,0,random(.7,1))
s = random(40)
strokewidth(random(100))
oval(random(600,500), random(100,200), s, s)

fill(1,0,0,0,1)
font(‘Helvetica’)
text(‘Halftone’, random(520,580), random(150,180))
text(‘_Generative’, random(480,580), random(120,180))

Nel primo blocco viene definita la dimensione dell’output [size(820,310) ossia size(WIDTH,HEIGHT)] , Il sistema di colori, la forma ed il colore di riempimento (bianco);
Nel secondo blocco viene definito un insieme di 800 contorni (stroke) con uno spessore random [strokewidth(random(100))] e posizione casuale [stroke(random(),0,0,0,1)] diventerano un numero equivalente di oggetti ovali parametrici (cerchi) [oval(random(-100,(WIDTH)), random(HEIGHT), s, s)]; il parametro s è un valore casuale che varia entro in un intervallo da 0 a 10, numeri interi.
Il secondo blocco è quello che farà da sfondo alla scritta, è simile al precedente come concezione, salvo la definizione del colore dei cerchi e del relativo canale alpha [stroke(0,0,0,0,random(.7,1))], avremo così dei 20 cerchi bianchi semitrasparenti (la loro trasparenza faria tra 0.7 e 1).
L’ultimo blocco genera la scritta con una posizione casuale.
La dimensione dei cerchi colorati è correlata alla dimensione della finestra [size(820,310) ossia size(WIDTH,HEIGHT)].

Nel secondo blocco è stata sostituita la definizione oval con rect.

(Cliccate sull’immagine per vedere, 1640×620 pixel, 108.6 KB)

Per scaricare la composizione in Pdf cliccate qui (31KB).