Archivio | Programmazione RSS feed for this section

Postare audio mp3 su WordPress.com

3 Set

La fida anima seria, dimostrando in un impeto dadaista che anche gli zingari possono esser silenti, è ora divenuta una ZingaraDispersa®. Ma Questo non c’entra con quello che sto per comunicare. Anzi c’entra. C’entra eccome visto che la sopraccitata ZD® mi scassava i santissimi visto che il servizio al quale lei tanto s’era affezionata non le permetteva di fare più un tubazzo… Stiamo parlando, infatti, di Odeo. Odeo permetteva di caricare dei file audio in formato mp3 per poi poterli appiccicare tranquillamente a una pagina web attraverso una semplice operazione di copia e incolla. prendevi il tuo file mp3, lo caricavi su Odeo, aspettavi, aspettavi, aspettavi e alla fine avevi un bel playerino da mettere sul tuo blog facendo copiando l’apposito codice HTML.

Gli utenti (come me) di WordPress.com, invece dovevano copiare l’ID del player di Odeo e inserire una stringa del genere (shortcode):

Ora, siccome odeo sta rinnovandosi nell’interfaccia e nelle funzionalità, i vecchi playerini non funzionano più o hanno grossi pproblemi a farlo.

Bene, per tutti gli utenti (di wordpress.com) che volessero mettere un file audio nel loro post ho trovato spulciando il forum inglese una soluzione che dovrebbe accontentarli tutti:basterà inserire una semplice stringa di, sempre tra parentesi quadre che contenga la parola audio e dopo uno spazio l’url dove avete salvato il file. Un esempio lo trovate sotto l’immagine alla fine del post.

Bene, in questa maniera dovreste essere riusciti a postare il player di default di wordpress.com; potrete inserire podcast e sottofondi musicali per i vostri post oppure le vostre composizioni personali di gorgheggi mattutini in formato .mp3 .

Per quel che riguarda gli utenti NON WordPress.com non saprei che altro dire. Odeo era un servizio promettente ma ultimamente (da un paio di mesi a questa parte) sta avendo grossi problemi alla sua interfaccia. Il team di Odeo continua a temporeggiare ma per adesso non è ancora possibile fare l’upload dei propri mp3.

Un’alternativa interessante potrebbe essere Podomatic, Soundlantern (ancora in stato embrionale) e se ne trovate altri validi fatemelo sapere..

http://x818.blogspot.com/2007_04_01_archive.html

$32.50 (from Nevver)

“Prince of love” – Brian Ferry (Gentilmente elargiti da Nevver)

Error Automata

9 Dic

Error Automata

 [odeo=http://odeo.com/audio/17430033/view]

Ecco cosa succede quando si studiano troppo le matrici.

Si inizia a suonare.

 

Così nei momenti di pausa ho scritto un algoritmo tutto mio per la generazione di motivi musicali a partire de alcune regole che simulano un organismo, la cellula, monodimensionale.

 

Qualche info tecnica la trovate qui.

Il mio testamento spirituale prima dell’esame/suicidio collettivo. Purtroppo niente torta gelato o inviti su carta di lusso, non ne ho avuto il tempo. E’ stato bello conoscervi ma ora, sulle ripetitive note elettronicamente composte vi lancio il mio estremo saluto. 

SIPARIO! 

Ho 6 inviti per LLOOGG

23 Ott

Cos’è LLOOGG?

La dico in breve: un piccolo codicillo per vedere chi sta visitando il vostro blog/sito.

Cosa c’è di particolare in lloogg?

E’ aggiornato in tempo reale e vi dice in che modo i navigatori sono arrivati al vostro blog, che link hanno seguito. Da’ altre informazioni, tipo lo stato di provenienza, il sistema operativo ed il browser. Tutto in tempo reale.

Come si usa?

Basta copiare questo codice dopo la tag </body> all’interno del vostro template/pagina html/css. Se usate wordpress (il CMS non questa piattaforma) dovete copiarlo nella pagina footer.php:

 <script type="text/javascript">

lloogg_clientid = "<strong>ilvostrocodice</strong>";

</script>

<script type="text/javascript" src="http://lloogg.com/l.js?c=ilvostrocodice">

</script>

Ma a lloogg si accede solo su invito!

Ok, ho ancora 6 inviti. Se siete interessati chiedete pure!

😉

Faucet: Un registratore TV ON-LINE

11 Set

Qualcuno usa ancora il videoreistratore?

Io? Raramente, da oggi forse ancora meno.

Da quando ho scoperto Faucet (è un servizio integrato in Vcast) posso registrare comodamente un sacco di canali in chiaro e in digitale contemporaneamente.

Come si fa’?

E’ semplice:

  1. Ti registri (chiedono il codice fiscale, ma per il resto è aggratisse!)
  2. Fai il log-in
  3. Clicchi su Faucet PVR
  4. Inizi a programmare il tuo registratore personale, scegliendo data, ora, canale e se la registrazione deve essere ripetuta
  5. Una volta pronto il registratore si copia l’indirizzo di Faucet nell’ aggregatore di feed RSS (ma vanno benissimo anche iTunes o Firefox).
  6. Si fà il log-out.
  7. Si spegne il computer e ci si legge un libro.

Il giorno/i dopo, quando aggiorneremo l’aggregatore o i podcast su iTunes verranno scaricate le registrazioni e noi potremo gustarcele direttamente sul cellulare (in formato .3gp), nel nostro ipod (formato ipod), sulla PSP (formato PSP) o sulla Apple TV (formato Apple TV).

In ogni caso potremo anche scegliere di guardarceli sul computer di casa, utilizzando Quicktime o VLC.

Le registrazioni possono anche essere fatte per il giorno precedente, inoltre, una volta pronta la registrazione essa viene conservata per tre giorni.

Io quando programmo Faucet mi do’ una mano con la guida TV di Yahoo e ve la consiglio.

Esperimenti Visivi/3 – Formica Formica…

14 Feb


La cicala che imprudente tutta estate al sol cantò, provveduta di niente nell’inverno si trovò, senza più un granello e senza una mosca in la credenza.

Affamata e piagnucolosa va a cercar della Formica e le chiede qualche cosa, qualche cosa in cortesia, per poter fino alla prossima primavera tirar via: promettendo per l’agosto, in coscienza l’animale, interessi e capitale.

La Formica che ha il difetto di prestar malvolentieri, le dimanda chiaro e netto: “Che hai fatto fino a ieri?” “Cara amica a dire il giusto non ho fatto che cantare tutto il tempo. “Brava ho gusto; balla adesso, se ti pare.”

La cicala e la formica in versi
di Jeane de La Fontaine

Qualcuno rimarrà scnvolto dal fatto che abbia deciso di allevare formiche, trenta formiche per la precisione: No, non sono pazzo.
Ho deciso di allevare formiche a scopo di studio: ricreare un formicaio e capire come le formiche trovano ed accumulano il cibo. Cavoli… immagino di aver rovinato già l’atmosfera creata dai versi di de La Fontaine presi dal racconto di Esopo… ma chissenefrega!

Le nostre formiche sono esseri virtuali dell’ingombro di qualche kb al massimo.
Ho deciso di creare questo modello partendo da quello proposto dalla comunità di NodeBox utilizzando la libreria Ants.
Nel modello la formichina ha quattro semplici comportamenti:

  • Vagare alla ricerca di cibo
  • Seguire la traccia di feromone lasciata per ritrovare il cibo
  • Raccolgliere il cibo
  • Accumulare cibo nel formicaio
Per semplicità il formicaio, il cibo, le formiche e le tracce di fermoni sono state semplificate a forme geometriche.

Per scaricare il file cliccate sull’immagine a destra, è in formato .mov (716kb) e quindi per vederla dovete scaricarvi Quicktime.

In fondo nonostante sia una simulazione virtuale di un esserino minuscolo ci si accorge di quanto sia simile come comportamento all’uomo, in continua ricerca di risorse.
Qualche differenza, ovviamente, c’è; purtroppo non siamo capaci di accumulare così tanto come le formiche, siamo troppo poco ecocompatibili e il nostro sviluppo non si autosostiene… in poche parole consumiamo più di quel che produciamo, non siamo capaci di evolverci seguendo i ritmi della natura. In questo le formiche son più sagge di noi.