Archivio | Scuola RSS feed for this section

E’ una questione di Legami

2 Set

Gilbert Newton Lewis

In questo ultimo secolo una tranquilla rivoluzione ha mutato la faccia della terra. Materiali che appena qualche decennio fa erano solo nella fantasia sono ora realtà. Il nostro tempo libero è stato trasformato dalle fibre sintetiche e da compact disc flessibili e tutta via robusti. Il polietilene, il polistirolo e il polivinilcloruro (PVC) hanno reso possibili i telefoni cellulari e gli strumenti elettronici. I materiali compositi hanno consentito di costruire aeroplani e automobili veloci e leggeri. I chimici continuano a fornire nuovi materiali che soddisfano le esigenze di tecnici, progettisti, ingegneri, medici, coltivatori e di chiunque altro contribuisce alla qualità della nostra vita.

La produzione di nuovi materiali è stata resa possibile dal fatto che ora gli scienziati capiscono come gli atomi si congiungono in certi modi e capiscono pure le proprietà dei composti così come discendono dal tipo di legame tra gli atomi. Perchè, per esempio, il fosfato di calcio è così rigido che la natura lo ha adottato per fabbricare le nostre ossa? Potremmo fabbricare ossa migliori? Perchè è così difficile produrre composti partendo dall’azoto dell’aria? Potremmo trovare una maniera facile? Come spiegare la capacità dell’emoglobina di legarsi così labilmente all’ossgeno, trasportarlo verso un’altra parte dell’organismo e metterlo in libertà in risposta alle necessità del metabolismo? Si potrebbe fabbricare sangue artificiale? Anche solo il riflettere a domande come queste richiede una certa conoscenza del legame chimico.

Il legame chimico si forma se l’aggregato di atomi che ne risulta ha energia minore dell’insieme di atomi separati. Il sodio e il cloro si legano sotto forma di ioni perchè il cloruro di sodio ha energia minore di quella di un gas di atomi di sodio e di cloro separati. Gli atomi di idrogeno e di azoto si legano a formare l’ammoniaca, NH_{3}, perchè un gas costituito da molecole di NH_{3} ha energia minore di un gas costituito dallo stesso numero di atomi di azoto e di idrogeno. Per di più, se tale minore energia si può conseguire mediante la formazione di ioni, allora saranno ioni; se invece, l’energia minore si consegue condividendo elettroni, allora si formeranno molecole.

I cambiamenti di energia che si verificano quando si formano i legami si devono al mutamento di collocazione degli elettroni di valenza degli atomi, cioè degli elettroni appartenenti agli strati più esterni degli atomi. Intuiamo, dunque, la possibilità di spiegare il legame chimico sulla base della struttura elettronica degli atomi. Dato che tale struttura elettronica è correlata con la posizione degli elementi nella tavola periodica, siamo in grado di prevedere la capacità degli atomi di formare legami partendo dalla conoscenza del gruppo e dal periodo. […]

Fu il chimico americano Gilbert Newton Lewis (1875 – 1946), uno dei maggiori chimici della storia, a gettare le basi della conoscenza che oggi abbiamo del legame chimico.

Tratto dall’introduzione al capitolo 8 del libro “Chimica Generale” scritto da Peter Atkins e Loretta Jones edito da Zanichelli.

Annunci

Irrational-Rationalistic point of view\9

3 Ago

“Non capisco perchè mio figlio non si sia ancora sposato… alla sua età io avevo già conosciuto suo padre, avevo già fatto la mia fuitina e pianificavo di sposarmi quanto prima…” pensò l’anziana maestra mentre in piedi alla classe osservava la lieve sbavatura di rossetto. “Eros, ora dimmi quanto fa’ sette per nove” chiese osservando un timido ragazzino, roscio, nell’ancolo in prima fila alla sua sinistra… una pausa di silenzio e poi, cinquant..otto.. Lo fulminò con lo sguardo, quanto cazzo si sentisse femminile quella donna non è dato sapere. Riposizionò lo sguardo sullo specchio che ora rifletteva nuovamente la microimperfezione nell’angolo sinistro del suo labbro inferiore: “Che due palle… ancora un anno e me ne andrò in pensione, non vedo l’ora… son stufa…” Rialzando lo sguardo a sinistra, mentre correggeva col mignolo lo sbavo. “Ora lo chiedo alla ragazzina”. Margherita, quanto fa’ sette per per nove? “Lei.. ha paura di me? come è possibile… i ragazzi mi amano… certo… forse non avrei dovuto prendere per i capelli la negretta, scoprirò se lei mi odia, se la spavento in qualche modo… sua madre non può permettersi di mettere in dubbio la mia esperienza” pensò tra se’ e se’. “Allora, Margherì, quanto fa’?” dopo un attimo di pausa la ragazzina, tenendo lo sguardo basso rispose “Sessantatrè”. “Brava Margherì!”

Suona la campanella

“bene, in fila per due!”, “Francesco stai zitto!” “Andiamo!”

Fatti gli orali, finita la scuola.

11 Lug

Alla fine ho fatto i miei orali, ero il secondo nella lista nel secondo giorno utile.

Dunque, avrei dovuto esporre una presentazione di 29 slide, alla fine me ne hanno fatte presentare 18.

Le cose le sai, andiamo avanti! Eccheppalle!

Alla fine di tutta la fiera mi son beccato 85, avrei preso 90 se non avessi… letteralmente smerdato il prof. di microbiologia davanti alla commissione di esterni.

In definitiva non mi hanno fatto esporre tutto, tagliavano corto. Ho parlato di polimeri sintetici dal punto di vista matematico, cinetico, industriale e storico.

Se volete dare un’occhiata pubblico la prima bozza della tesina, giusto per farvi un’idea di quello che sono le tesine dei periti chimici:  Tesina
In definitiva son contento, nonostante i punti dei crediti me li sia giocati, perchè ora ho tutto un nuovo mondo davanti.

L’estate, L’amore, Le vacanze e poi L’università.

Non ne posso più…

18 Giu

Devo resistere per 15 giorni e poi spero mi buttino fuori da un posto che ormai non soffro più. Anche a calci in culo mi và bene, non voglio entrarci più. Cinque anni sono decisamente troppi. Vabbè, momentaneamente canto.

Oggi Iena Ridens

3 Mag

Iena

Oggi giornata ben poco interessante.

 

Oggi ultimo consiglio di classe.

Punti salienti:

CRITERI PER L’AMMISSIONE:

  • Media dei voti
  • Debiti e gravi insufficienze
  • Assenze (+10%) e ritardi (non si è capito)
  • Comportamento

In definitiva verranno bocciate 4 o 5 persone che, essendo a rischio di non ammissione, verranno avvisati tramite lettera. Giusto per sapere, in questo mese e 1/2 che ci separa dall’esame di stato.

Qualche prof sconcertato dalla situazione si chiede come si faccia a promuovere persone con tutti 5 come voto.

Ci sono situazioni che non si sollevano, se si facesse tabula rasa dei debiti neanche i crediti aiuterebbero.

Qualcuno dichiara che boccerà i debiti. Abbiamo anche 2 privatisti.

ORALI

– Professori interni:

  • Biologia
  • Lettere
  • Chimica fisica

– Professor esterni:

  • Diritto ed economia
  • Tecnologie e impianti chimici.
  • Matematica

Ci sono due privatisti.

Per adesso basta parlare di scuola.