Archivio | tv RSS feed for this section

Psicosi da carburante e culi su quattro ruote: Homo Sapiens Sapiens Deimieicojonens.

12 Dic

Ogni settimana vado in università, e ogni mercoledì stacco alle quattro e mezza dopo essermi fatto un perone di matematica e calcolo numerico. Esco dagli edifici in Via Golgi piuttosto in trip e lievemente confuso: vettori, matrici, integrali, determinanti Hassiani, cicli di for e barriere di energia potenziale in un unico turbine nella mia mente. Più mi allontano dalla “balena bianca” più divento razionale, la realtà si rimaterializza davanti ai miei occhi, sulla mia pelle, nei miei polmoni e oggi pure nei miei coglioni. Si i miei coglioni. Evitiamo il bon-ton e pure il buon senso; perchè pare che ultimamente di buon senso nelle teste della gente dotata di automobile ce ne sia proprio poca.

Io amo Milano: è la mia città e non riesco mai a dire “Basta! Basta, non ne posso più! Milano è una città impossibile, frenetica, caotica, inumana…” e altre idiozie di questo tipo. Milano mi piace così: per il suo dinamismo, la sua frenesia e il suo movimento; per me Milano è una poesia, ogni giorno.

Oggi invece ho odiato i suoi abitanti, i suoi “avventori” che abitano nell’hinterland e durante la settimana vengono a Milano per lavorare, per produrre. Procediamo per gradi. Continua a leggere

Inciucio Rai-Mediaset, ma il conflitto di interessi?

21 Nov

Il cavallo morente di Francesco Messina

Continua a leggere

DR. House è finito.

15 Nov

 

Continua a leggere

Guerra e Pace su Rai Uno

21 Ott

Ricordo che stasera, sui nostri monoscopi domestici, verrà trasmesso “Guerra e Pace”, il nuovo colossal firmato Rai. Penso proprio che lo registrerò. Non capita di vedere tutti i giorni sulla televisione pubblica italiana qualcosa che non sia diverso da tette-culi-insulti-demenza politica senile-marchettismo gratuito-allarmismo; questa volta hanno provato ad ispirarsi all’omonimo romanzo di Lev Tolstoj.

La foto è stata presa da qui, dove potete trovare qualche informazione in più sul film in questione.

 

Se, poi, il film mi farà schifo ne scriverò in seguito.

Buona Visione

Britney Spears è un alieno, no, è più umana di quel che -non- ci vuole dare a bere. Parola di Chris Crocker!

20 Set

Insomma! Sappiamo che ultimamente Britney Spears ha avuto dei problemi. Britney, ha avuto problemi di droga, alcolismo, bulimia e altre cose carine di questo tipo.A futura memoria riportiamo questa trasformazione:

I Bei tempi andati

Quando appariva era una tigre, doveva sconvolgere la platea. Provocava tempeste ormonali colsuo appeal da lolita del pop. Movenze sexy, dinamica e sensuale.

La Decadenza

Vodpod videos no longer available.

Impacciata, ingrassata, una salsiccia a due zampe. Soporifera. Il pubblico è visibilmente sconcertato.

Qualcuno che la ama c’è ancora… e ci/vi sgrida:

 Beh, sono sconvolto!!

No, non è vero. Quello che posso dire (senza urlare istericamente come fa’ questo Chris è:

ma cazzo lei è una che vive nello star system, è inutile lamentarsi se poi il gossip si nutre delle vittime che lo stesso sistema erige a stelle, dive etc…

Sarà pure un’umana… ma se non voleva essere messa sulla gogna pubblica doveva:

1) fare un altro lavoro

2)pagare per fare in modo che tutte le info potenzialmente dannose fossero insabbiate

Sarà anche brutto ma è così che funziona nello Star-System.

Faucet: Un registratore TV ON-LINE

11 Set

Qualcuno usa ancora il videoreistratore?

Io? Raramente, da oggi forse ancora meno.

Da quando ho scoperto Faucet (è un servizio integrato in Vcast) posso registrare comodamente un sacco di canali in chiaro e in digitale contemporaneamente.

Come si fa’?

E’ semplice:

  1. Ti registri (chiedono il codice fiscale, ma per il resto è aggratisse!)
  2. Fai il log-in
  3. Clicchi su Faucet PVR
  4. Inizi a programmare il tuo registratore personale, scegliendo data, ora, canale e se la registrazione deve essere ripetuta
  5. Una volta pronto il registratore si copia l’indirizzo di Faucet nell’ aggregatore di feed RSS (ma vanno benissimo anche iTunes o Firefox).
  6. Si fà il log-out.
  7. Si spegne il computer e ci si legge un libro.

Il giorno/i dopo, quando aggiorneremo l’aggregatore o i podcast su iTunes verranno scaricate le registrazioni e noi potremo gustarcele direttamente sul cellulare (in formato .3gp), nel nostro ipod (formato ipod), sulla PSP (formato PSP) o sulla Apple TV (formato Apple TV).

In ogni caso potremo anche scegliere di guardarceli sul computer di casa, utilizzando Quicktime o VLC.

Le registrazioni possono anche essere fatte per il giorno precedente, inoltre, una volta pronta la registrazione essa viene conservata per tre giorni.

Io quando programmo Faucet mi do’ una mano con la guida TV di Yahoo e ve la consiglio.

Consumator

20 Lug

Ci sono cose che mi turbano.

Cose d’altri, scelte altrui che valuto come errori. Forse erroneamente.

Una bambina di due anni, svezzata.

Sa già che vuole le patatine a merenda.

Le vuole alla Paprika oppure al Chily.

Io lo trovo orribile, come trovo orribile che i suoi genitori giudichino un bene che lei guardi la televisione.

– Le interessa, è molto attenta quando la guarda – dicono loro.

Vuole la Fanta® ma non quella amara, badate bene, è un’attenta consumatrice. Sà già quello che vuole.

A due anni.

Il suo giovane fegato, i suoi giovani reni. La sua giovane vita. No.

Non devo pensarci.

Eppure mi fa’malevedere e sentire queste cose. Mi urta.

Mi sento fortunato, alla sua età bevevo i succhi di frutta. Magari proprio Plasmon®.

Non mangiavo schifezze. Adoravo le albicocche, mentre sto scrivendo ne sto ingurgitando alcune.

A volte mi reputo un consumista. Spesso me ne accorgo mentre mi osservo “in prospettiva”, mentre ragiono sulle scelte che ho fatto, gli acquisti.

Lei cosa farà? Ho paura ad immaginarlo.

Probabilmente da grande sarà una donna sicura di sè, saprà già cosa è giusto e cosa è sbagliato. Saprà di aver bisogno di un determinato prodotto o servizio piuttosto che un’altro. In base a che criterio non lo so.

Se utilizzasse solo i suoi sensi rimarrebbe travolta dal bisogno indottole dalla pubblicità, dal colore di una confezione, dalla marca.

Lei saprà ragionare sulle proprie scelte? Io spero proprio di si, lo spero per Lei!

I suoi genitori sono contenti così.

– Lei è intelligente! guarda la TV! –