Archivio | web 2.0 RSS feed for this section

Sintesi vocale

1 Lug

Parlare computer non è un’attività divertente. Ci si sente scemi. Ma ha un’utilità.

Sicuramente è comodo. Si riesce a comporre almeno tre volte più velocemente che scrivendolo. Quanto trovato questo nuovo software molto interessante ci dà dentro così riuscirò scrivere post più velocemente, sicuramente sarà un’attività un po’ stramba sarà: starà seduto qui davanti a questa macchina a parlare e sperare che riconosca quello che dico, nella speranza che interpreti correttamente. Avrebbe un posto notturno, registrato on the road e ri-sintetizzato al computer.

50000+ visite: Statistiche e buoni (s)propositi

29 Nov

Comunicato stampa (perché fa’ figo):

Halftone ha superato le 50.000 visite. Il tenutario non si sente una “persona méglio” per questo fatto ma in cuor suo sa’ che inizia a diventare una responsabilità scrivere qualcosa di sensato. E poi è proprio vero che tira più un pelo di figa che un carro di buoi.

Andamento delle visite da Feb 2007 a Nov 2008
Andamento delle visite da Feb 2007 a Nov 2008

Non diciamo fesserie! Si, si… sono molto contento… certo! Grazie a tutti, veramente. Grazie a Google e a Digg in particolare. Grazie a Wikio. Grazie a tutti i lettori che hanno dedicato un minimo del loro tempo per leggere post più o meno interessanti, più o meno sensati. Non è finita qui, il viaggio è ancora molto lungo! (si tocca le palle).

Cinquantamila è un gran numero, non lo nascondo… ma in fondo chissene! Se dovessi valutare la mia popolarità in base a dei numeri probabilmente entrerei nella spirale dei blog-addicted-blogstar con qualche problema di egomania. Ma cos’è un blog? Probabilmente, per chi lo mantiene e ci scrive, è anche un esercizio di coltivazione del proprio ego e vetrina per il proprio io digitale (l’avatar). Per chi legge i blog e per chi li commenta può essere una miniera di informazioni o un luogo per confrontare le proprie idee con un’altra persona, possibilmente senza fare caciara come nei forum.

Continua a leggere

Postare audio mp3 su WordPress.com

3 Set

La fida anima seria, dimostrando in un impeto dadaista che anche gli zingari possono esser silenti, è ora divenuta una ZingaraDispersa®. Ma Questo non c’entra con quello che sto per comunicare. Anzi c’entra. C’entra eccome visto che la sopraccitata ZD® mi scassava i santissimi visto che il servizio al quale lei tanto s’era affezionata non le permetteva di fare più un tubazzo… Stiamo parlando, infatti, di Odeo. Odeo permetteva di caricare dei file audio in formato mp3 per poi poterli appiccicare tranquillamente a una pagina web attraverso una semplice operazione di copia e incolla. prendevi il tuo file mp3, lo caricavi su Odeo, aspettavi, aspettavi, aspettavi e alla fine avevi un bel playerino da mettere sul tuo blog facendo copiando l’apposito codice HTML.

Gli utenti (come me) di WordPress.com, invece dovevano copiare l’ID del player di Odeo e inserire una stringa del genere (shortcode):

Ora, siccome odeo sta rinnovandosi nell’interfaccia e nelle funzionalità, i vecchi playerini non funzionano più o hanno grossi pproblemi a farlo.

Bene, per tutti gli utenti (di wordpress.com) che volessero mettere un file audio nel loro post ho trovato spulciando il forum inglese una soluzione che dovrebbe accontentarli tutti:basterà inserire una semplice stringa di, sempre tra parentesi quadre che contenga la parola audio e dopo uno spazio l’url dove avete salvato il file. Un esempio lo trovate sotto l’immagine alla fine del post.

Bene, in questa maniera dovreste essere riusciti a postare il player di default di wordpress.com; potrete inserire podcast e sottofondi musicali per i vostri post oppure le vostre composizioni personali di gorgheggi mattutini in formato .mp3 .

Per quel che riguarda gli utenti NON WordPress.com non saprei che altro dire. Odeo era un servizio promettente ma ultimamente (da un paio di mesi a questa parte) sta avendo grossi problemi alla sua interfaccia. Il team di Odeo continua a temporeggiare ma per adesso non è ancora possibile fare l’upload dei propri mp3.

Un’alternativa interessante potrebbe essere Podomatic, Soundlantern (ancora in stato embrionale) e se ne trovate altri validi fatemelo sapere..

http://x818.blogspot.com/2007_04_01_archive.html

$32.50 (from Nevver)

“Prince of love” – Brian Ferry (Gentilmente elargiti da Nevver)

Irrational-Rationalistic point of view\5

12 Giu

La socialità ti annoia. Troppi presupposti per eventiali incontri ravvicinati e troppi pochi preconcetti. Dover sostenere un’idea sempre è qualcosa che ti spaventa. Portare avanti un proprio pensiero e dimostrare che magari quello che pensa magari è chiedere troppo. Insomma… viviamo in un mondo dove possiamo esternare ogni pensiero, senza il rischio di sostenere lo sguardo del nostro pubblico. Possiamo smaterializzare la nostra essenza sublimando i pensieri e alterare i sentimenti. Perché non essere così anche nella vita? Sarebbe tutto molto più semplice… semplice. La semplicità è concessa solo alle persone che ragionano in modo semplificato. Tutto sommato a te piace pensare complicato. Ottenere delle semplici risposte è troppo limitativo. Basi la tua relazione col mondo estrapolando informazioni, immaginando possibili situazioni. solo dopo un’attenta valutazione provi a mettere avanti un piede, e solo allora ti fermi nuovamente ad osservare l’esterno, aspetti la prossima mossa del tuo simile sempre potenziale avversario. Tutto ciò lo trovi stancante e logorante. Meglio rinchiudere le proprie capacità nei videogiochi: universi virtuali magari interconnessi dove i comportamenti e le possibilità sono limitate e sempre quelle. Trovi sublime il tuo ego sublimato in un ammasso di pixel. Non eccellere in nulla che abbia a che fare con la realtà, eccelli in mondi fantastici. Sii fantastico e ti sentirai meglio. Il tuo ego virtuale potrà trasferirsi nel tuo ed allora una scarica di endorfine ti farà stare meglio. Ti stuferai? Forse… per adesso preferisci predicare bene propugnando il mantenimento di una verginità fittizia e poi nel buio della tua piccola cameretta razzoli male interrelazionandoti con esseri virtuali, nella notte.  Certo, se solo le persone sapessero delle tue grandi prodezze e non ti criticassero per la tua totale apatia forse ti sentiresti meglio… credi in cuor tuo che forse un giorno o l’altro la strada che hai percorso fino ad adesso porterà qualche frutto. Lo speri… magari aumentando la qualità delle immagini un giorno riuscirai pure a fare del vero sesso virtuale. Magari! Però il problema rimarrà sempre lo stesso: non riusciresti a perdere la verginità per davvero. Forse è questo che in fondo ti blocca.

La ragazza ideale per te sarebbe una tua simile… coi tuoi stessi gusti e senza troppe pretese e/o complicazioni. Anzi, se è complicata tanto meglio, ci si capirebbe di più e senza problemi.

La politica si può fare con due mucche, Dario Salvelli docet.

9 Feb

Dariosalvelli nel suo tumblr ci spiega in modo semplice semplice come funzionano i principali sistemi politici. Lo riporto pari pari, perchè non è possibile togliere nulla da questo fantastico post:

Continua a leggere