Tag Archives: ambiente

Princess dies under my desk

10 Gen

Ogni tanto può capitare di avere qualche dubbio o questione che ti tormenta le ore del giorno. Non parlo dei problemi di tutti i giorni, le crisi quotidiane, le tipiche piccole-cazzate-che-diventano-gravi che contraddistinguono la mygeneration-lostonmyspace (la mia e tutte le altre…).

Sono piccole questioni che ti capita di affrontare quando sei a tavola, a casa tua o a casa di amici, al cesso al telefono con conoscenti e discuti di quello che succede ne mondo.

Sono situazioni che si creano quando per esempio torni da un viaggio, magari sei stato in un posto sconnesso dai mass media, e riaccendi dopo tempo la tv.

Continua a leggere

Vecchi telefonini? Ora si riciclano con Vodafone!

22 Nov

Questo post è un Buzz, proposto da ZZUB.IT

L’autore si è guadagnato una ricarica di 10€

potete considerarla pure una marchetta, poco mi importa, ma siccome

il fine è lodevole ve ne parlo.

Almeno non riempitemi di pernacchie i commenti…

In Italia il 90% della popolazione ha almeno un cellulare.

Io ne conosco diverse che ne hanno due o tre. Magari perché fa’ figo… ma il problema è che si cambia cellulare in media una volta ogni 16/18 mesi e quelli vecchi o li si butta via o si accumulano in cassetti e sgabuzzini.

Il telefonino è una potenziale bomba chimica per l’ambiente. Se lo si butta nella normale spazzatura si rischia di inquinare gravemente l’ambiente.

Brochure per la raccolta dei vecchi cellulari. Promossa da Vodafone via zzub.it

In una normale discarica il cellulare verrebbe bruciato al pari di tanti altri oggetti. Inquinando.

Dette così sembrano parole vuote, ma iniziamo a spulciare un attimo i dati… e visto che da chimico m’interessa, diamo pure un’occhiata al contenuto di metalli ed inquinanti di un telefonino (escludendo la batteria):

[fonte]

 

 

Un cellulare abbandonato nell’ambiente impiega dai 3000 ai 5000 anni a dissolversi ed i metalli pesanti hanno effetti sull’ambiente e sugli organismi spesso devastanti. Non è finita qui. Il solo cadmio contenuto in una batteria è potenzialmente in grado di inquinare 600.000 litri d’acqua.

Che fare?

Beh… direi ch la scelta di ricondizionarli ed utilizzarli al massimo delle loro capacità per poi riciclarli ed evitare, così, di danneggiare l’ambiente non è poi così male.

Un’iniziativa utile ed interessante è quella messa in campo da Vodafone: Una campagna volta al riciclo ed al recupero dei vecchi telefonini.

Vodafone Collabora con una società norvegese specializzata nel recupero e nella rigenerazione di telefoni cellulari, che si occupa di raccogliere, stoccare, riciclare rigenerare i vari componenti riducendone così l’impatto ambientale.

Mica è finita qui eh?

Le plastiche che compongono i caricabatterie, le cover e i fili dei cellulari vengono riciclate e trasformate in alti oggetti, per esempio con il polietilene si possono fare dei capi in pile.

Come funziona il recupero?

 

Diciamo che ora vorreste liberarvi dei vecchi telefonini che tenete dal 1997 nei cassetti, dove portarli?

Se la macchina del Vodafone Recycling Tour passa dalle vostre parti, potreste trovarla ad uno di questi indirizzi:

22-23 Nov Firenze in Piazza Beccaria

 

25-26 Nov Pescara in Piazza Salotto

28-29 Nov Salerno in Via roma, all’incrocio con Via Gioia

01-02 Dic Bari in Corso Cavour

Oppure potete portare il vostro delefonino in uno dei weekend del 16-17 novembre, 23-24 novembre e 30 novembre – 01 dicembre in uno di questi negozi:

Bolzano Piazza Walther, 15

Cagliari Via Manno, 38

Milano Via Orefici 2

Napoli Via Roma 322

Palermo Via della Libertà 19-21-23

Roma Via del Corso, 417

 

Peccato che un’iniziativa così non sia passata qui a Milano, veramente un peccato.

La macchina che fa’ il Vodafone Recycling Tour non passerà a Milano, in ogni caso andrò in via orefici a dare un’occhiata.

Ah… dimenticavo! Per ogni cellulare che consegnerete riceverete una ricarica di 4 €uro.

Eviterete di inquinare inutilmente l’ambiente buttando il telefonino nella spazzatura e vi ricaricherete il cellulare.

Qualche parere in merito? Qualcuno ha avvistato i punti di raccolta?