Tag Archives: party

Today: Tripolar Birthday.

27 Giu

Da sette anni, oggi, il 27 giugno si festeggia la nascita di tre personalità storiche.

Tre persone nate all’incirca lo stesso giorno. Tre entità accomunate tutte dalla stessa costante: la voglia di spaccare il mondo in quattro e ritagliarsi una loro propria dimensione all’interno del mondo. tre persone con le quali adoro litigare. tre persone con le quali adoro confrontarmi e perdere nottate parlando di “altro”. Di diversione, di lotta, di eversione, espressione, conseguenza e lotte.

 

Continua a leggere

Annunci

Nerd Party @ Magnolia

14 Gen
Si può essere NERD tutta la vita o solo per una sera.
Il Circolo Magnolia cavalca ancora una volta l’onda e propone una serata a tema ispirata a questa categoria di intellettuali con le pennette a sfera nel taschino, i pantaloni a vita alta, camice a quadretti e talvolta occhiali con la montatura nera.
Che dire?
Dopo essermi preparato alla bellemeglio, armato di calcolatrice tascabile, occhialozzi neri, camicia a quadri, penne e matite a scatto varie,immancabile spilletta dei Kraftwerk, Walkman con cassetta originale degli A-HA e maglietta da rocker ribelle… mi son diretto al magnolia in compagnia della cumbricula.
Già il fatto che piovesse e mi beccassi i semafori rossi non deponeva a mio favore, contate pure che ero imbardato e imbragato come se dovessi andare a sciare; fatto sta che ho rischiato diverse volte di beccarmi gli spruzzi assassini delle pozzanghere a causa dei sadici automobilisti milanesi. Vi starete chiedendo cosa centra questo col resto della serata… beh, insomma! Inizio a teorizzare che vestirsi da NERD porta tanta MERD… e scusate il gioco di parole ma non riesco a descrivere altrimenti lo stato emotivo che si prova a sentirsi veramente in balia della sfiga…
Di fatto ho rischiato due volte di essere investito e più volte di infradiciarmi a causa di qualche sadico automobilista.
Per il resto devvo dire che l’ensamble da nerd non è poi così scomodo come pensassi, solo che ci si sente come dire… un po’ sfigati…
Fatto sta che infine giungo al mezzo che poi mi porterà al Mitico circolo arci Magnolia di Segrate.
Propongo di mettere gli A-HA ma alla fine la maggioranza impone una selection anni ‘90 mica da ridere… che dire? Veramente molto gustosa! Ho riscoperto molto piacevolmente i Blur.
In fine si giunge, sotto pioggia e grandine a quello che sembra essere diventato il centro del mondo vista la risonanza che sta acquistando negli ultimi tempi su tv, giornali e radio.
All’ingresso una fila interminabile per il rinnovo della tessera Arci. Abbiamo raccattato il foglietto necessario al rinnovo e ovviamente la sfiga del NERD ha voluto che solo una delle tre pennette, riposte abilmente nel taschino, funzionasse decentemente.
Armati di matita e penna, sotto la pioggia scrosciante abbiamo compilato sulle superfici più improvvisate il foglietto. Pagato e ricevuto la tessera.
Dentro una buona selezione musicale più o meno fino all’una di notte; dall’una in poi si è passati dagli accenni di charleston intervallati da brani anni ‘90 vagamente chill a una mistura di dub/rap/funksta in levare che diventava sempre più rumoroso. Abbiamo atteso che il DJ mettesse qualcosa di più ballabile (ci sono capitati i Groove Armada, fortunatamente…) e poi abbiamo levato le tende.
Che altro dire?
Dal mio lato ho improvvisato possibili modi di ballare dei Nerd: armato di occhiali ho mimato il ballo del “quaqua”, fatto un po’ di saltelli sul posto, ancheggiato mentre facevo calcoli destreggiandomi in radici quadrate con la calcolatrice scientifica… insomma io ci ho provato e tra le risa della cumbricola alla fine ho risolto arrabattandomi a ballare cercando di imitare un attore strafatto di crack (liberamente ispirato dall’omonima canzone di David Bowie). Nel frattempo Fiamma giocava a fare l’omino di cera e Ery giocava alla piccola stalker armata di videocamera. Sally esprimeva tutta se stessa ancheggiando e attraverso le lenti della sua montatura applicava la rigorosa arte zen del people-watching.
Siamo usciti più o meno verso le due e venti. Fuori pioveva.
Come nerd per quest’anno abbiamo dato.
Da domani torniamo ad essere felicemente ignorantoni.
Abbastanza ignoranti.